Accessibilità

Occupazione temporanea di suolo pubblico

Se devi occupare spazi o aree pubbliche per un tempo limitato (ore, giorni e comunque di durata inferiore a un anno) deve prima chiedere e ottenere un'autorizzazione dall'Ente proprietario o concessionario. L'occupazione (fatti salvi i casi di esclusione) comporta il pagamento di un canone calcolato sulla base della durata e della superficie occupata.

  1. Sulle AREE DI PROPRIETÀ COMUNALE fa fede quanto stabilito all'interno del nuovo "Regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale". La richiesta deve pervenire compilando l'apposito modulo nella sezione "Documenti Correlati", compilato in tute le sue parti e completo di allegati.
  2. Sulle AREE DI PROPRIETÀ PROVINCIALE:
  • a. fuori dai centri abitati: è competenza esclusiva della provincia di Modena, puoi fare domanda usando l'apposito applicativo: SICOV
  • b. all'interno dei centri abitati: è necessario il nulla osta della Provincia. La domanda va fatta alla Provincia di Modena, con l'obbligo di inviare copia della domanda anche al Comune. Il comune rilascia il provvedimento finale.
Cittadino, Impresa, Associazione

Urbanistica - Edilizia privata

Responsabile: Marcolini Silvia

Contatti

Telefono: 0536 962 805 - 0536 962 804 PEC: comune.montefiorino@pec.it

Orari

Si riceve il pubblico:

  • da lunedì a mercoledì  8:30 - 13:00, il mercoledì 15:00 - 17:00 

Sede

Via Rocca, 1 - Montefiorino (MO)

2° piano

Costi

CANONE UNICO PATRIMONIALE: MODIFICA TARIFFE ANNO 2022

in ottemperanza alla deliberazione G. C. n. 23 del 22.04.2022

Tempi e scadenze

Ai sensi dell'art. 37 del "Regolamento per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione  pubblicitaria e del canone mercatale":

  • La domanda di concessione per occupazioni permanenti deve essere inoltrata 30 giorni prima dell’inizio della medesima.
  • La domanda di autorizzazione per occupazioni temporanee deve essere inoltrata 10 giorni prima dell’inizio della medesima.
Strumenti di tutela

Strumenti di tutela giurisdizionale

Contro gli atti della pubblica amministrazione è sempre ammessa la tutela giurisdizionale dei diritti e degli interessi legittimi dinanzi agli organi di giurisdizione ordinaria o amministrativa (art. 113 Cost.)

L'organo competente per la tutela giurisdizionale per atti e/o provvedimenti ritenuti illegittimi sono il Tribunale Amministrativo Regionale della Regione Emilia Romagna (in primo grado) e il Consiglio di Stato (secondo grado).

Termini per presentare un ricorso per atti e/o provvedimenti amministrativi in generale:

60 giorni, a pena di decadenza, dalla notificazione dell'atto, dalla sua comunicazione o comunque conoscenza; in caso di termini diversi, gli stessi sono comunque specificati nell’atto medesimo.

Termini per presentare un ricorso contro il silenzio della pubblica amministrazione

L'azione può essere proposta trascorsi i termini per la conclusione del procedimento amministrativo, fintanto che l’Amministrazione continua ad essere inadempiente e, comunque, non oltre un anno dalla scadenza del termine di conclusione del procedimento amministrativo.

Termini per fare ricorso su richieste di accesso ai documenti amministrativi

L'azione può essere proposta entro 30 giorni dalla conoscenza della decisione impugnata o dalla formazione del silenzio-rifiuto, mediante notificazione al Comune e ad almeno un controinteressato.

Strumenti di tutela amministrativa

  • Ricorso in opposizione: avanti la stessa Autorità che ha emanato il provvedimento, entro 30 giorni; 
  • Ricorso gerarchico: avanti l’Autorità gerarchicamente superiore, entro 30 giorni; 
  • Ricorso straordinario al Capo dello Stato: entro 120 giorni dalla notificazione, comunicazione o conoscenza dell'atto impugnato ritenuto illegittimo (in alternativa al ricorso al T.A.R., Tribunale Amministrativo Regionale).